Organismo di ricerca CRF

Ricercatori Affiliati & Outsourcer Qualificati

La CRF svolge le proprie attività di ricerca con la stretta collaborazione dei seguenti Enti di Ricerca:

 

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche (Prof. Maurizio Paci)

L'attività di ricerca condotta nel Dipartimento si divide tra ricerca di base e ricerca applicata ed investe numerosi campi tra cui lo studio delle problematiche ambientali ed alimentari, la sicurezza, la conservazione dei beni culturali, la progettazione di farmaci innovativi, la realizzazione di dispositivi medici, la chimica sostenibile, lo studio, la caratterizzazione e la produzione di sistemi per catalisi, la ricerca di base sul trasferimento di energia e sui processi fotoindotti, lo studio (teorico e sperimentale) di biomolecole e biomateriali, lo studio di sistemi supramolecolari biomimetici, la progettazione e realizzazione di sensori chimico-fisici, biosensori ed immunosensori, lo studio di materiali nano strutturati organici, inorganici ed ibridi per applicazioni in elettronica, fotonica, energetica, etc. 

 

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” - Dipartimento di Ingegneria Industriale (Prof. Vincenzo Tagliaferri) (Prof. Massimo Marinelli)

In esso confluiscono tutte le competenze disciplinari necessarie per un approccio organico alla progettazione, alla costruzione ed alla sperimentazione di dispositivi e sistemi meccanici. 

Le attività del Dipartimento sono articolate nei settori della fluidodinamica e termodinamica delle macchine, della tecnologia dei materiali, della progettazione dinamica e strutturale, dello sviluppo di nuove tecnologie e della gestione degli impianti.

Le tematiche di ricerca sono sviluppate in modo interdisciplinare dai vari gruppi, sia per mezzo di un approccio teorico-numerica e di simulazione, sia avvalendosi di attività sperimentali per le quali sono disponibili appositi strumenti e infrastrutture presso i laboratori.

 

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” - Centro Interdipartimentale di Ricerca, Servizi e Consulenza “Vito Volterra” (Direttore Luigi Accardi)

Il Centro Vito Volterra e' nato come Centro Interdisciplinare dell'Università di Roma Tor Vergata istituito con Decreto del C.d.A del 9 febbraio 1988 e Decreto Rettorale del 20 luglio dello stesso anno. Con Decreto Rettorale del 30 marzo 1993 e' stato trasformato in Centro Interdipartimentale, con autonomia amministrativa. Le attività del Centro sono molteplici poiché esso è un luogo di incontro di competenze settoriali di estrazione diversificata. Tali attività si articolano lungo le seguenti direttive principali: 

  • Progetti di ricerca di base da realizzarsi all'interno del Centro o in collaborazione con enti esterni. 
  • Sviluppo di progetti di ricerche applicate commissionate da industrie o enti pubblici. 
  • Attività di formazione avanzata, in particolare post-laurea (dottorato e post-dottorato), con particolare riferimento alla integrazione europea, da realizzarsi attraverso seminari, scuole estive, cicli di conferenze o attività di tutoraggio prolungate nel tempo. 
  • Collaborazione scientifica internazionale da realizzarsi attraverso programmi di scambio e organizzazione di convegni nazionali e internazionali.
  • Produzione di riviste specialistiche o altre forme di comunicazione e interscambio scientifico tra studiosi italiani e stranieri.
  • Iniziative riguardanti la comunicazione e divulgazione scientifica (scuole, mostre, dibattiti, conferenze,..).
  • Sostegno a iniziative scientifiche finalizzate alle realizzazioni di rilevanti progetti di ricerca.
  • Sostegno e promozione delle attività rivolte allo scambio di conoscenze tra ricercatori di paesi diversi.
  • Consulenza scientifica a organismi pubblici e, sulla base di opportuni accordi e convenzioni, con altri enti.

 

Università degli Studi di Roma “La Sapienza” - Dipartimento di Ingegneria Chimica (Prof. Paolo De Filippis)

L'attività di ricerca della Facoltà di Ingegneria si può riassumere in: studio di processi biologici e chimico- fisici di trattamento degli effluenti, abbinamento di tecniche elettrochimiche e processi biologici, bonifica di siti contaminati, rilevamento e previsione della qualità dell’aria, processi alternativi di trattamento dei rifiuti solidi urbani, tecnologie di immobilizzazione di sostanze pericolose in matrici inorganiche, recupero e smaltimento di rifiuti speciali, realizzazione di sensori chimici e biochimici specializzati.

Particolarmente intensa è l’attività, conto terzi, nei settori del controllo degli impianti industriali, delle indagini di impatto ambientale e della rilevazione di dati analitici su reflui industriali, su terreni e sedimenti da bonificare e sulla qualità dell’aria. 

 

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aeronautica (Prof. Ing. Francesco Cirillo)

Lo scopo istituzionale del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale è promuovere e coordinare le attività di ricerca nei settori della meccanica teorica e applicata, della fluidodinamica, della propulsione aerospaziale, delle misure meccaniche e termiche, del progetto tecnologico e nella gestione delle macchine e degli impianti industriali.

L'attività di ricerca del Dipartimento è suddivisa nelle seguenti aree scientifiche:

Costruzioni e strutture aerospaziali - Costruzioni meccaniche - Fluidodinamica  - Impianti e sistemi aerospaziali - Impianti industriali – Macchine - Meccanica applicata - Meccanica del volo - Misure meccaniche - Propulsione aerospaziale - Tecnologie meccaniche .

 

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”Dipartimento di controllo e gestione delle merci e del loro impatto sull’ambiente (Prof. Ernesto Chiaccherini)

 

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”Dipartimento di Idraulica, Trasporti e Strade (Prof. Enrico Rolle)

 

Università di Roma “Tre” - Dipartimento di Biologia (Prof. Alberto Mari)

I professori e i ricercatori che operano nell’area biologica dell’Università Roma Tre (circa quaranta docenti appartenenti a due Dipartimenti, quello di Biologia e quello di Biologia Ambientale), svolgono ricerca e didattica in numerosi settori, a livello molecolare, cellulare, organismico ed ecosistemico, attraverso un approccio teorico-evoluzionistico e sperimentale che costituisce la base di partenza per numerose applicazioni destinate all’industria farmacologica, alla cura di importanti malattie, alla gestione dell’ambiente, alla salvaguardia dei beni culturali e all’ambito agroalimentare. I gruppi di ricerca che lavorano nei 13 laboratori tematici e nei laboratori polifunzionali dei dipartimenti biologici dell’Ateneo, rappresentano punte di eccellenza nei propri settori di specializzazione, come dimostrano le numerose pubblicazioni che essi producono ogni anno, a partire dal 1992, su riviste scientifiche anche ad elevato fattore di impatto.

 

Università di Roma “Tre” - Dipartimento di Scienze Aziendali ed Economico-Giuridiche (Maria Claudia Lucchetti)

La Facoltà di Economia “Federico Caffè” si caratterizza per la presenza di un articolato complesso di discipline – fondamentalmente riconducibili a studi di tipo aziendale, economico, giuridico e quantitativo.

Il Dipartimento di Scienze Aziendali ed Economico-Giuridiche (SAEG), promuove e coordina l'attività scientifica, di ricerca, di supporto all'attività didattica dell'Università e di formazione alla ricerca nel settore delle scienze economiche e nei settori matematico-statistico, aziendale e giuridico amministrativo. I settori scientifico disciplinari, attualmente rappresentati dai docenti e ricercatori afferenti al Dipartimento, sono i seguenti:

  • Economia Aziendale
  • Economia e gestione delle Imprese
  • Finanza Aziendale
  • Organizzazione Aziendale
  • Economia degli Intermediari Finanziari
  • Scienze Merceologiche
  • Diritto Privato
  • Diritto Commerciale
  • Diritto del Lavoro
  • Istituzioni di Diritto Pubblico
  • Diritto Amministrativo
  • Diritto Tributario
  • Diritto dell'Unione Europea

 

Università degli Studi della Tuscia di Viterbo - Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l'agricoltura, le foreste, la natura e l'energia (Prof. Bruno Ronchi)

Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia (DAFNE) è uno dei dipartimenti che discende dalla ex-Facoltà di Agraria di Viterbo e si caratterizza, unico Dipartimento Universitario del Lazio, per le Scienze Agrarie, la Conservazione delle Foreste e della Natura e le Biotecnologie agrarie (LM). Il DAFNE è un Dipartimento moderno, dotato di numerose e qualificate strutture didattiche e di ricerca, collegato con l’Azienda Agraria Didattico-Sperimentale, l’Orto Botanico, i laboratori didattici e la Biblioteca ed ha in atto numerosi accordi con Università e centri di ricerca europei ed extraeuropei per favorire la mobilità studentesca ed arricchire le possibilità di scambi culturali.

Un profondo legame con il territorio è testimoniato dalla sede distaccata di Cittaducale (RI), Centro Studi Alpino di Pieve Tesino (TN), dagli accordi con Parchi Nazionali e Riserve Regionali, e con il Corpo Forestale dello Stato, oltre che da numerose convenzioni con aziende di produzione, di trasformazione e commercializzazione di prodotti agro-alimentari, forestali ed energetici. 

 

Università degli Studi della Tuscia di Viterbo - Dipartimento di Geologia e Ingegneria meccanica, Naturalistica e Idraulica per il Territorio  (Prof. Danilo Monarca)

Il Dipartimento di Geologia e Ingegneria Meccanica, Naturalistica e Idraulica per il Territorio (GEMINI) è una struttura didattica, di ricerca ed amministrativa in cui si concentrano tutte le competenze attualmente presenti nell'Ateneo e finalizzate alla Geologia e Ingegneria Agro-industriale, Naturalistica e Ambientale intese principalmente come:

  • controllo degli inquinamenti e sistemi di monitoraggio di qualità ambientale;
  • macchine ed impianti per le aziende agro-industriali e di lavorazione del legno;
  • meccanizzazione appropriata delle imprese agricole e forestali per il verde;
  • ricerca e gestione delle risorse idriche;
  • salvaguardia, tutela e valorizzazione del territorio e dell'ambiente;
  • sviluppo di tecnologie e sistemi informatici di controllo e gestione;
  • tutela e sicurezza del lavoro agricolo e forestale;
  • uso razionale delle fonti energetiche e promozione delle fonti rinnovabili;
  • uso sostenibile del suolo e delle risorse naturali e ambientali.

 

Università degli Studi della Tuscia di Viterbo - Dipartimento di Produzione Vegetale (Prof. Eddo Rugini)

Il Dipartimento si occupa, sia attraverso la didattica che nell'ambito dell'attività di ricerca svolta dai propri docenti, dei fattori e delle tecnologie riguardanti la produzione di colture agrarie erbacee, arboree, orticole e floricole. Per la propria attività scientifica il Dipartimento si articola nella Sezione Agroecosistemi e nella Sezione Ortofloroarboricoltura .

La sezione Agroecosistemi si occupa della didattica e della ricerca riguardante soprattutto:

  • problematiche agronomiche in generale;
  • fisica del suolo;
  • colture erbacee di pieno campo;
  • tappeti erbosi;
  • agricoltura eco-compatibile.

 La sezione Arboricoltura si occupa della didattica e della ricerca riguardante soprattutto:

  • miglioramento genetico e tecniche agronomiche di colture arboree;
  • innovazione varietale e propagazione delle piante mediante l'applicazione di biotecnologie (es. colture in vitro, ingegneria genetica);
  • parchi e giardini.

 

Università degli Studi della Tuscia di Viterbo - Dipartimento di Ecologia e Sviluppo Economico Sostenibile (Prof. Giuseppe Nascetti)

Il Dipartimento di Ecologia e Sviluppo Economico Sostenibile (DECOS) dell'Università della Tuscia coordina studi e ricerche sulla qualità, sulle modificazioni dell'ambiente e sulla sostenibilità economica e/o ambientale degli interventi dell'uomo sulla natura.  Il Dipartimento è costituito da 34 unità di personale di ruolo di cui: 8 professori ordinari, 9 professori associati, 11 ricercatori, 3 tecnici e 3 amministrativi, nonché da un numero variabile di dottorandi di ricerca, borsisti e assegnisti (oltre 50).  Essi coprono tutte le principali competenze necessarie per attuare gli obiettivi di ricerca del Dipartimento nell'ambito di Ecologia, Economia, Biologia, Fisica, Geologia, Oceanologia e Climatologia. Grazie a tali competenze il Dipartimento è in grado di condurre ricerche e studi sul territorio, che includono la gestione, il monitoraggio e il ripristino dell'ambiente naturale e antropico. Il Dipartimento dispone di laboratori presso il Campus dell'Università della Tuscia, nei quali sono sviluppate ricerche di:

  • genetica ed ecologia di popolazione;
  • ecologia delle acque interne;
  • istologia;
  • botanica;
  • micologia;
  • fisica;
  • microbiologia; 
  • nutrizione; 
  • immunologia; 
  • meteorologia;
  • idrogeologia. 

 Il Dipartimento dispone, inoltre, di due laboratori distaccati: 

  • il Laboratorio di Oceanologia Sperimentale ed Ecologia Marina, presso il Porto di Civitavecchia, che dispone di tre imbarcazioni per la ricerca;
  • il Laboratorio di Ecologia presso le Saline di Tarquinia.

Presso il Dipartimento è conservata la CCFEE, Culture Collection of Fungi from Extreme Environments.

 

Università degli Studi della Tuscia di Viterbo - Dipartimento di Tecnologie, Ingegneria, e Scienze dell'Ambiente e delle Foreste (Prof. Daniele Celoni e Antonio Leone)

 

Università degli Studi dell'Aquila - Dipartimento di Chimica, Ingegneria Chimica e Materiali (Prof. PierUgo Foscolo)

Il Dipartimento promuove e coordina attività di ricerca di base ed applicata, negli ambiti scientifici di Ambiente, Biotecnologie, Energetica, Ingegneria dei Processi Chimici, Materiali e Scienze Chimiche. Al DCICM, articolato in una Sezione presso il Polo universitario di Roio ed in una presso il Polo universitario di Coppito, afferiscono, al momento, 19 professori ordinari, 17 professori associati, 3 ricercatori, 1 assistente r.e., 2 unità di personale amministrativo e 15 unità di personale tecnico. 

Il DCICM ha stabilito e consolidato nel tempo una fitta rete di scambi e collaborazioni internazionali come, ad esempio, con l'UCL di Londra, con il Dipartimento di Ingegneria Chimica dell’Università di Lund (Svezia), con il Politecnico di Lodz, ecc., in aggiunta alle numerose collaborazioni con altri dipartimenti ed atenei italiani. I risultati dei numerosi progetti di ricerca del DCICM vengono divulgati tramite pubblicazione sulle più importanti riviste internazionali di settore, su libri e capitoli di libri delle più prestigiose case editrici e tramite registrazione di brevetti. In particolare, il DCICM  è  al momento sede coordinatrice del EU Project UNIQUE Proposal n. 211517 e del Progetto MIUR-FISR “Idrogeno puro da gas naturale”. Il progetto UNIQUE sull’uso delle biomasse a fini energetici coinvolge 10 partner di 7 Paesi (Italia, Austria, Francia, Germania, Polonia, Romania e Spagna) tra cui università (Strasburgo, Timi?oara, Vienna, Teramo e L’Aquila), centri di ricerca (l’ENEA, il Consejo Superior de Investigaciones Científicas, il Forschungszentrum Julich tedesco, l’Instytut Energetykie polacco) e società industriali (Biomasse Kraftwerk Güssing GmbH & Co KGin in Austria e Pall Filtersystems GmbH in Germania). Il progetto FISR “Idrogeno puro da gas naturale” coinvolge 7 università (Salerno, Bologna, Pisa, Roma “La Sapienza”, Napoli, Messina, L’Aquila) e un partner industriale (Technip KTI).

Il DCICM provvede al trasferimento tecnologico delle conoscenze scientifiche mediante attività di partnership con enti e con importanti aziende operanti sul territorio regionale e nazionale nel settore produttivo, in quello della progettazione industriale e delle attività di R&D. Il DCICM effettua attività di analisi, controlli, tarature e prove che vengono realizzate e certificate (UNI EN ISO 9001: 2000, UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005) su richieste di enti pubblici ed aziende.

 

Università degli Studi di Cassino e del Meridione Facoltà di Ingegneria  (Prof. Dell'Agli) - Dipartimento di Meccanica, Strutture, Ambiente e Territorio (Prof. Marco Dell'Isola)

Dalla proficua sinergia venutasi a creare tra le differenti componenti culturali, trae alimento il serrato confronto e lo sviluppo delle diverse competenze ed esperienze teorico-sperimentali maturate nelle seguenti, principali macroaree: la fisica di base e dei piccoli acceleratori per uso industriale e medicale, la meccanica dei fluidi, la scienza dei materiali, l’analisi, salvaguardia, sviluppo e pianificazione del territorio e dell’ambiente, l’analisi e progettazione dei sistemi meccanici, degli impianti e sistemi energetici e delle strutture, della metrologia meccanica e termica.

Il tutto è supportato dalla presenza di molteplici laboratori sperimentali di elevata specializzazione e dall’uso di una consolidata modellistica teorica che hanno consentito, e consentono tutt’oggi, numerose collaborazioni nazionali ed internazionali e di fornire, altresì, qualificate consulenze tecnologiche a beneficio di industrie ed istituzioni pubbliche nei settori dell’ambiente, dell’energia, delle strutture, delle infrastrutture, dei materiali e della meccanica. Il Dipartimento è sede amministrativa della Scuola di Dottorato in Ingegneria, nata nel 2006. Afferiscono al DiMSAT dodici professori ordinari, dieci professori associati, ventuno ricercatori e tredici unità di personale tecnico-amministrativo. 

 

Università degli Studi del Molise - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari Ambientali e Microbiologiche (Prof. Vito Sciancalepore).

Il Dipartimento svolge attività di ricerca scientifica nell’ambito del settore agro-alimentare, con particolare riguardo al profilo chimico, tecnologico, microbiologico ed economico-giuridico.

Il DiSTAAM è sede del Dottorato di Ricerca in Biotecnologia degli Alimenti e i docenti del Dipartimento forniscono un sostanziale contributo alla didattica dei corsi di laurea della Facoltà di Agraria dell’Università del Molise.

Dispone di numerosi laboratori equipaggiati con avanzate strumentazioni per eseguire analisi chimiche, fisiche e microbiologiche. Possiede inoltre impianti pilota che integrano quelli presenti presso il PST Molise innovazione, per la lavorazione e trasformazione degli alimenti.

Il DiSTAAM coordina importanti progetti di ricerca nazionali e internazionali e intrattiene collaborazioni con aziende e industrie del comparto agroalimentare e con prestigiose istituzioni di ricerca.

 

Università degli Studi di Pisa - Dipartimento di Ingegneria dell'Energia e dei Sistemi  (Prof. Luigi Martorano e Prof. Marco Antonelli)

Il Dipartimento svolge attività di ricerca principalmente nel settore scientifico dell'Ingegneria Industriale, nello specifico Macchine a Fluido. 

Da anni le principali tematiche di ricerca sono:

  • Termofluidodinamica dei motori a combustione interna, sistemi di iniezione diretta di combustibili liquidi e gassosi, ricambio della carica in motori a due e quattro tempi;
  • Produzione di energia elettrica e termica da fonti convenzionali e rinnovabili (biomasse, energia solare, geotermia);
  • Analisi di funzionamento e prestazioni di compressori ed espansori dinamici e volumetrici;
  • Ricerca su espansori di vapore per microgenerazione.

 

Libera Università degli Studi per l'Innovazione e le Organizzazioni - Facoltà di Economia (Prof. Roberto Guida)

Roberto Guida è Professore Associato di Economia Finanziaria. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca, si è specializzato in Corporate Finance presso la LUISS Guido Carli dove è stato ricercatore a contratto fino al 2005. Attualmente insegna presso l’Università LUSPIO di Roma, dove è stato chiamato come docente di ruolo nel 2006, e presso la LUMSA come contrattista di Economia degli Intermediari Finanziari. È direttore scientifico della Scuola Superiore di Studi Avanzati della LUSPIO e direttore del Dipartimento Finanza e Mercati dell’EURISPES. È autore di numerose pubblicazioni su riviste specializzate in Economia e Finanza.

 

Università degli studi di Napoli “Federico II” - Dipartimento di Pediatria (Prof. Luigi Greco)

Una “massa critica” di docenti universitari, ricercatori, biologi e biotecnologi, dottorandi, giovani in formazione, operatori sanitari ed amministrativi dedicati ai problemi della protezione e della cura della salute del bambino. La missione del Dipartimento è sviluppare e trasmettere conoscenze scientifiche per migliorare le cure per i bambini seriamente malati. Il Dipartimento produce ricerca di eccellenza, sia nel campo delle Scienze di Base che nel campo degli Studi Clinici allo scopo di realizzare il motto “in Scientia Spes”. Ad esso afferiscono scienziati di livello internazionale nel settore della Genetica ed in quello delle Malattie Croniche del Bambino. I temi di ricerca e sviluppo di cui il Dipartimento si occupa e si è occupato sono:

  • nuove terapie come: sviluppo di cellule staminali pluripotenti, terapie genetiche correttive e sostitutive, terapie con immunomodulatori biologici;
  • terapie con nutrienti Genomicae Post-Genomica;
  • strumenti diagnostici innovativi

 

CNR di Pisa - Istituto di Geoscienze e Georisorse (Ing. Antonio Caprai)

L'Istituto di Geoscienze e Georisorse (IGG) è un organo di ricerca del CNR nato dalla fusione di nove Istituti e Centri CNR di varie città italiane e afferisce al Dipartimento Terra e Ambiente. L'IGG comprende, oltre alla sede ubicata nell'Area della Ricerca del CNR di Pisa, 6 Unità Operative di Supporto (U.O.S.) ubicate presso le università di Firenze, Padova, Pavia, Pisa, Roma e Torino.

L'Istituto può contare su 89 tra ricercatori, tecnici ed amministrativi CNR, 65 collaboratori universitari formalmente associati all'IGG, e 22 fra assegnisti di ricerca e titolari di contratti d'opera. Attualmente il Direttore f.f. è la Dott. Sonia Tonarini, Dirigente di Ricerca del CNR. 

L'Istituto di Geoscienze e Georisorse si propone di studiare la Terra attraverso la sua evoluzione geologica per comprenderne gli equilibri futuri. Infatti, la realizzazione di modelli dei processi geologici fondamentali che avvengono alla superficie e nell'interno del nostro pianeta è il punto di partenza obbligato per mitigare i  rischi naturali - terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni - per prevedere e affrontare i cambiamenti globali, per esempio climatici e per individuare le risorse naturali, compresa quindi anche l'energia geotermica, per uno sviluppo sostenibile. L'istituto esegue ricerche applicate nei campi della geotermia, dell'idrogeologia, della geologia e della geochimica ambientale e nel confinamento dei gas serra.

 

ENEA - UNITÀ TECNICA TECNOLOGIE AMBIENTALI  - (Ing. Laura Cutaia)

L'unità svolge attività di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie ambientali e contribuisce al loro trasferimento ed implementazione al sistema Paese, a sostegno dello sforzo europeo di diventare continente leader nella diffusione delle tecnologie ambientali. 

Supporta la PA nazionale e locale ed il sistema industriale nei settori dell’ecosostenibilità degli insediamenti industriali, urbani e turistici, nella riqualificazione ambientale, nella gestione integrata del ciclo dei rifiuti, nella progettazione degli interventi di bonifica di siti inquinati, negli strumenti di valutazione dell’impatto atmosferico.

Coordina le attività inerenti lo sviluppo delle tecnologie e degli interventi nel campo delle tecnologie ambientali con particolare riguardo al settore del ciclo integrato dei rifiuti, della gestione sostenibile della risorsa idrica e dei sistemi di gestione ambientale nell’Agenzia, armonizzando la programmazione dei relativi progetti e contratti operativi presso le Unità Tecniche “Tecnologie Trisaia” .

Assicura il collegamento delle attività dell’Agenzia alle piattaforme tecnologiche nazionali ed europee nel settore delle tecnologie ambientali.

Propone collaborazioni nazionali ed internazionali con Istituti, Laboratori ed Università per lo sviluppo di attività in collaborazione finalizzata allo sviluppo di nuova progettualità, anche attraverso attività di formazione e scambi di ricercatori e tecnologi.

Promuove la diffusione dell’ informazione verso il sistema nazionale ed internazionale a supporto del posizionamento tecnico-scientifico dell’Agenzia.

 

Centro di Ricerca per l'Enologia, ex Istituto Sperimentale per l'Enologia di Asti

L'Istituto sviluppa ricerche relative alle tecniche di vinificazione, con particolare riferimento allo studio dei fenomeni biochimici e meccanici di trasformazione dell'uva in vino, ai rapporti dei costituenti con l'ossigeno, ai trattamenti finalizzati ad una conservazione ottimale, al ruolo delle sostanze presenti nel mosto, all'impiego degli enzimi, lieviti e batteri, alla caratterizzazione delle produzioni locali. 

 

Consorzio Universitario di Ricerca Applicata di Padova (Ing. Alberto Schiavon)

Il Consorzio Universitario di Ricerca Applicata (C.U.R.A.) è sorto, con l'Università di Padova tra i soci fondatori, con l'obiettivo di coinvolgere le imprese nel campo della ricerca applicata anche grazie all'esperienza acquisita dal gruppo di ricerca CESQA, operante all’interno del Dipartimento di Processi Chimici dell’Ingegneria dell’Università di Padova. Il C.U.R.A. offre servizi alle imprese, e in particolare: Consulenza mirata alla certificazione ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001, SA 8000, alla registrazione EMAS, alla creazione e all'ottenimento di marchi d'area e di prodotto, alla conduzione di studi di Life Cycle Assessment, come pure all'accreditamento di laboratori di prova/taratura; audit di prima e seconda parte (per i sistemi di gestione qualità, ambiente, sicurezza); perizie tecniche; consulenza di direzione; Selezione e gestione delle risorse umane. 

 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio Toscana - (dott. Alfonso Pascale)

L'Istituto è il centro veterinario di riferimento nelle Regioni Lazio e Toscana, a proporsi quale polo di formazione ed aggiornamento per la qualificazione degli operatori del settore agro-zootecnico-alimentare, a rafforzare le attività a sostegno della sicurezza degli alimenti per una maggiore tutela dei consumatori, a potenziare le relazioni internazionali specialmente nell'ambito della cooperazione con Paesi Terzi. 

L'Istituto provvede a svolgere il servizio diagnostico delle malattie degli animali e delle zoonosi, nonché gli accertamenti analitici ed il supporto tecnico-scientifico necessari alle azioni di polizia veterinaria ed all'attuazione dei piani di eradicazione, profilassi e risanamento;

  • l'esecuzione degli esami e delle analisi ufficiali sugli alimenti ed il supporto tecnico-scientifico ai servizi di sanità pubblica veterinaria delle Aziende Sanitarie Locali; 
  • l'esecuzione degli esami e delle analisi necessari all'attività di controllo della alimentazione animale; 
  • il supporto tecnico-scientifico all'azione di farmaco-vigilanza veterinaria; 
  • la ricerca sperimentale nel settore della sanità animale, dell'igiene degli alimenti ed in materia di igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche; 
  • gli studi sul benessere animale e l'elaborazione ed applicazione di metodi alternativi all'impiego di modelli animali nella sperimentazione; 
  • l'effettuazione di studi, sperimentazioni e produzione di tecnologie e metodiche necessarie al controllo della salubrità degli alimenti di origine animale e dell'alimentazione animale; 
  • la cooperazione tecnico-scientifica con le Facoltà di Medicina Veterinaria e con altri Istituti di ricerca, nazionali ed esteri; 
  • la sorveglianza epidemiologica nell'ambito della sanità animale, igiene degli alimenti di origine animale, igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche; 
  • le verifiche sui rischi sanitari legati agli animali ed ai prodotti di origine animale; 
  • la formazione e l'aggiornamento dei medici veterinari, degli operatori sanitari e degli addetti al processo produttivo di alimenti di origine animale; 
  • la consulenza, assistenza ed informazione sanitaria agli allevatori ai fini della tutela del patrimonio zootecnico e per il miglioramento igienico delle produzioni; 
  • la consulenza, assistenza ed informazione sanitaria alle aziende produttrici di alimenti di origine animale ai fini del miglioramento igienico delle produzioni; 
  • la produzione di terreni colturali, vaccini, autovaccini, presidi diagnostici e sanitari per il risanamento ed il miglioramento del comparto zootecnico. 

 

Istituto  Sperimentale  per  la  Cerealicoltura (dott.ssa D'Egidio Maria Grazia)

L'istituto conduce “studi e ricerche riguardanti la genetica dei cereali, la costituzione di varietà di frumento, di mais, di riso e di cereali minori, nonché la tecnica di coltivazione delle medesime.” 

Presso l’ISC di Roma hanno lavorato ricercatori di fama nazionale e internazionale come Angelo Bianchi, José Vallega e Giuseppina Zitelli. Nel corso dell’ ultimo decennio prima della sua trasformazione in sede  dell’Unità CRA-QCE, i ricercatori dell’ISC di Roma, organizzati in quattro sezioni operative (Genetica Applicata, Merceologia dei Prodotti, Tecniche Agronomiche e Pianificazione degli Esperimenti),  hanno  pubblicato mediamente 50-60 lavori scientifici, tecnici e divulgativi all’anno ed hanno organizzato convegni nazionali ed internazionali tra i quali il 2° international workshop on Durum Wheat and Pasta Quality (novembre 2002) e il 10° International Wheat Genetics Symposium (settembre 2003) con la partecipazione di studiosi provenienti da tutto il mondo. L’ISC di Roma ha curato per decenni la pubblicazione della rivista scientifica internazionale Genetica Agraria, nota dal 1991 con il nome di Journal of Genetics & Breeding. 

 

Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Ingegneria delle Georisorse (dott.ssa Flora Nania)

Il Consorzio si propone di promuovere e coordinare le ricerche e le altre attività scientifiche e applicative nel campo dell'Ingegneria delle Georisorse, delle Geotecnologie, dell'Ambiente, dell'Energia e dello Sviluppo Sostenibile tra Università, altri Enti di ricerca e Industrie e di favorire il loro accesso e la loro partecipazione alla gestione di laboratori nazionali e internazionali.

 

Prof. Orazio Miglino - Ordinario di Psicologia Generale dell’ Università degli Studi di Napoli Federico II e dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione Consiglio Nazionale delle Ricerche Roma, President of Italian Association of Cognitive Sciences. 

Professore Ordinario di Psicologia Generale all’Università di Napoli “Federico II”, si occupa di Scienze Cognitive e Vita Artificiale. In particolare il suo interesse è orientato verso la costruzione di modelli formali basati su Reti Neurali, robotica mobile per simulare  processi cognitivi, adattivi e di apprendimento degli esseri naturali. Inoltre, il suo gruppo di ricerca prova ad estendere sistemi artificiali costruiti per la ricerca di base in contesti di edutainment (divulgazione scientifica, e-learning, riabilitazione cognitiva).

È responsabile del Laboratorio per lo Studio dei Sistemi Cognitivi Naturali e Artificiali presso l’Università di Napoli “Federico II” e coordina il gruppo di ricerca su “Advanced Learning Technologies” presso l’ISTC-CNR di Roma.

L'oggetto dell'attività di ricerca del prof. Orazio Miglino riguarda lo studio dei meccanismi biologici e cognitivi alla base dell'acquisizione di nuove conoscenze da parte di un organismo (essere umano o animale). Questo tema di ricerca viene perseguito tentando di costruire dei sistemi artificiali (simulazione al computer e robot mobili) che provano a riprodurre i fenomeni naturali. 

 

Università degli Studi del Sannio di Benevento - Prof. Enrico Viceconte

Stoà - Istituto di Studi per la direzione e gestione di impresa - Business & Public Management, Formazione manageriale, Strategic Design (Ing. Enrico Viceconte)

Svolge attività di direzione scientifica, progettazione e docenza nell’ambito di master e di corsi rivolti a quadri e dirigenti di aziende private e pubbliche.

Insegna: produzione, innovazione tecnologica, strategia, marketing, comunicazione, sviluppo di nuovi prodotti, design strategico, gestione strategica dei servizi, “imagineering“.

 

Link Campus - University of Malta

Università a forte vocazione internazionale, la Link Campus University ha l’ambizione di formare professionisti per il mondo che cambia, e quindi per le nuove professionalità richieste dal mercato del lavoro. In questi anni, proprio in virtù della formazione ricevuta e delle esperienze realizzate con gli stages in azienda, i nostri laureati hanno trovato lavoro in pochi mesi e sono poi cresciuti rapidamente in responsabilità gerarchiche aziendali. 

Istituita nel 1999, è stata la prima università straniera autorizzata a operare in Italia (D. M. del 7 novembre 1999). Dal 21 settembre 2011 Link Campus University, sulla base del decreto del Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca n. 374 (pubblicato in G.U., serie generale, n. 268 del 17 novembre 2011), è riconosciuta quale Università non statale dell'Ordinamento Universitario italiano. 

L'attività accademica della Link Campus University va oltre la laurea triennale e magistrale, grazie a un'ampia offerta di Master Post Laurea e corsi di Alta Formazione Professionale. 

 

Associazione Amici della Terra ONLUS

Amici della Terra Italia Onlus, è un’Associazione ambientalista attiva in Italia dal 1978 con sedi e recapiti su tutto il territorio nazionale. E' riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International, il network ambientalista più diffuso nel mondo.

Gli Amici della Terra promuovono politiche e comportamenti orientati alla protezione dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, attraverso campagne di opinione, progetti, informazione ed educazione ambientali, iniziative sul territorio. 

Una corposa attività di studio e ricerca fornisce solide basi scientifiche alle loro attività e posizioni. 

 

F.I.C.E.I .

Federazione Italiana Consorzi Enti Industrializzazione (Ing. Andrea Ferroni-Michele Giannattasio)

La F.I.C.E.I. affianca i Consorzi in tutte le attività mirate a favorire la promozione e lo sviluppo imprenditoriale.  

Nell’ambito di tali compiti si occupa della consulenza ed assistenza a ciascun ente associato nel settore tributario, amministrativo, dei contratti di lavoro, dell’organizzazione amministrativo-contabile e dell’assistenza per tutti gli adempimenti che ciascun ente associato deve svolgere con gli interlocutori istituzionali centrali.

Per quanto attiene ai compiti istituzionali di ciascun ente, F.I.C.E.I. li supporta con interventi che vanno dalla formazione professionale alla progettazione delle infrastrutture, alla produzione, erogazione e gestione dei servizi all’impresa, anche promuovendo scambi di informazioni e di esperienze con organismi internazionali similari.

 

Consorzio per lo sviluppo Industriale della Provincia di Rieti (Ing. Andrea Ferroni)

Il Consorzio  promuove l'industrializzazione e l'insediamento di attività produttive nelle aree comprese nella provincia di Rieti, al fine di creare maggiore ricchezza, evitare lo spopolamento e migliorare il livello di vita dei cittadini. Oggi si rende anche necessario creare le condizioni affinché permanga una presenza significativa e qualificata di imprese nelle aree consortili. 

Gli interventi del Consorzio sono armonizzati con le maggiori strutture economiche presenti nel territorio: la Confindustria locale, la Federlazio, la Camera di Commercio di Rieti, banche, enti diversi ed ogni altro attore dello sviluppo economico territoriale. I suddetti enti, ad esclusione della Regione Lazio, sono infatti soci del consorzio.

 

Consorzio per lo sviluppo Industriale della Provincia di Frosinone (Ing. Massimiliano Ricci)

Il Consorzio, quale ente pubblico economico, è costituito per la promozione dell’industrializzazione e dell’insediamento di attività produttive nelle aree comprese nel proprio territorio di competenza.

Nel quadro delle previsioni della programmazione generale e di settore della Regione, il Consorzio promuove, nell'ambito delle aree degli Agglomerati Industriali, le condizioni necessarie per la creazione e lo sviluppo di attività industriali, artigianali, del commercio, del terziario e dei servizi

 

Società Parco Scientifico Romano

Il Parco Scientifico di Roma promuove l’integrazione tra sistema della ricerca, tessuto produttivo e politiche di sviluppo locali, supporta il trasferimento di tecnologie e la diffusione di innovazione, sviluppa un ambiente innovativo per la nascita di nuove imprese basate sulla conoscenza. 

 

PALMER - Parco Scientifico e Tecnologico del Lazio Meridionale  (Ing. Claudio Viola e Andrea Cosentino)

Il Parco Scientifico e Tecnologico del Lazio Meridionale (Pa.L.Mer.) è una società consortile a responsabilità limitata che, nel territorio geografico di riferimento delle province di Frosinone e Latina e in una visione più allargata nell'ambito della regione Lazio, si propone di disciplinare, coordinare e sviluppare attività mirate alla promozione, realizzazione e gestione della ricerca, della sperimentazione e della diffusione di innovazione scientifica, tecnologica ed organizzativa, nonché azioni volte alla tutela ambientale, alla formazione delle risorse umane ed alla qualificazione di sistemi aziendali e di prodotti. 

Pa.L.Mer. è costituito da tre poli operativi dedicati allo svolgimento di verifiche tecnico-meccaniche, analisi chimiche ed attività formative.  Nel laboratorio di Ferentino si eseguono tarature e prove di caratterizzazione meccanica - tecnologica su materiali plastici, gomma e metalli.  A Latina si svolgono analisi chimiche nei settori agroalimentare, ambientale ed industriale. I laboratori sono accreditati dal SIT e dal SINAL e sono conformi alle principali normative ISO. Il polo di Cassino, grazie alla cooperazione con la locale Università degli Studi, rappresenta un Test Center autorizzato alla certificazione delle competenze ECDL ed ECDL CAD.

 

I.R.C.C.S. “EUGENIO MEDEA” ASSOCIAZIONE LA NOSTRA FAMIGLIA

E' stato ufficialmente riconosciuto come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico nel 1985. Ad oggi è l'unico Istituto Scientifico italiano riconosciuto per la ricerca e la riabilitazione nello specifico ambito dell'età evolutiva. Il suo impegno porta ad una sinergia tra ricerca scientifica e attività di ricovero e cura che favorisca la tutela della dignità e il miglioramento globale della qualità della vita.

Home Chi è CRF Ricercatori Affiliati & Outsourcer Qualificati

Contattaci

Via Antonio Silvani n. 130 - 00139 Roma (RM)
Tel +39 06 92927844 dalle ore 09:00 alle 14:00
Fax +39 06 89282297

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.