Organismo di ricerca CRF

Chi Siamo

CRF è un Organismo di Ricerca (OdR), costituito nel 1981 nella forma di Cooperativa di Ricerca senza fini di lucro; rientra nella definizione di OdR ai sensi e nel rispetto delle caratteristiche regolamentate dallo Stato italiano. Dal 1985 è Laboratorio Altamente Qualificato riconosciuto dal MIUR. [Leggi tutto]

La nostra politica

Coniugare obiettivi di Ricerca Applicata con quelli della Solidarietà per promuovere e valorizzare le opportunità d’innovazione delle imprese nel conseguimento di Ricchezza Sostenibile. [Leggi tutto]


Obiettivi

Oggi la missione della CRF Sc è la realizzazione di un sistema di ricerca industriale basato su laboratori sperimentali costituiti da microimprese sociali e collegato con il mondo accademico e della ricerca istituzionale che mira a offrire prodotti e servizi di alta qualità e al tempo stesso l’opportunità di occupazione di persone diversamente abili nello specifico settore dell’innovazione.

Prodotti e Brevetti

Un'idea e la perseveranza nel realizzarla hanno dato origine a brevetti e prodotti innovativi per la depurazione dell'aria.

 La scienza è dopotutto un'arte, una questione di consumata abilità nel condurre la ricerca.

John Dewey, Esperienza e natura, 1925

Aria Indoor

Premessa/background

Si definisce inquinamento indoor la presenza di contaminanti fisici, chimici e biologici nell’aria, di un ambiente confinato (tipicamente casa o ufficio).

Tra i principali inquinanti: ossido di carbonio, ossidi di azoto, polveri sottili, formaldeide, radon, fumo di sigaretta e gli "aspecifici" cattivi odori causa dell'"aria viziata".

L’inquinamento dell’aria indoor rappresenta un problema rilevante e di attualità per la sanità pubblica, con implicazioni economiche e sociali notevoli. In primo luogo per la prolungata permanenza (quasi il 90% del tempo) della popolazione negli ambienti interni siano essi di vita o di lavoro; in secondo luogo perché il rischio espositivo non è limitato a categorie ben definite come quello professionale, od occupazionale. 

L’inquinamento indoor risulta riguarda infatti anche per alcuni gruppi più suscettibili: bambini, anziani e persone già affette da patologie croniche (malattie cardiache, respiratorie, e allergie) che trascorrono negli ambienti chiusi una percentuale di tempo particolarmente elevata (fino al 100%). La qualità dell’aria di un ambiente confinato è direttamente influenzata, oltre che dagli inquinanti indoor, dalle condizioni dell’ambiente esterno, dai materiali da costruzione e dagli stessi impianti di riscaldamento,  condizionamento e dai prodotti impiegati per la pulizia. È da notare che questi fattori interagiscono tra di loro, incrementando il livello di contaminazione dell’aria e generando situazioni di aspecifico malessere. Questo negli ambienti lavorativi è individuato come SBS (Sick Building Syndrome  ) e BRI (Building Related Illness).

Lo studio degli effetti dell’inquinamento dell’aria sulla salute è particolarmente complesso in quanto i sintomi non sono specifici e più inquinanti possono essere responsabili dello stesso disturbo, e combinarsi con lo stress e altri fattori di disagio. 

I principali effetti osservati riguardano:             

  • l’apparato respiratorio 
  • la cute e le mucose 
  • il sistema nervoso 
  • il sistema cardiovascolare
  • il sistema gastrointestinale 
  • il sistema riproduttivo 
  • Infezioni ed intossicazioni 

 

Classificazione: progetto/invenzione/prodotto/servizio

Sistema di purificazione dell’aria per ambienti chiusi, domestici, lavorativi e ricreativi.

L’invenzione consiste nella realizzazione di un apparecchio di tipo acquario, che è in grado di, agire come un sistema di purificazione dell’aria in ambiente confinato, provvedendo all’abbattimento dei suoi inquinanti mediante l’utilizzo di una tecnologia innovativa, basata sull’effetto combinato e sinergico di un sistema di ossidazione ed elementi biologici in grado di assorbire e metabolizzare le principali sostanze responsabili dell’inquinamento indoor .

 

Descrizione 

Caratteristiche del modulo di base A.R.I.A. indoor:

Dimensioni (cm): 75 × 40 × 50.

Capacità vasca (litri): 96.

Alimentazione: 220 V; potenza massima assorbita: 250 W

Capacità di trattamento dell’aria: 4000 m3/giorno

Il modulo è dimensionato per il trattamento dell’aria in un ambiente chiuso di circa 200 m3 di volume.

 

Funzionamento

Con un sistema di ventole d’impercettibile rumorosità, l’aria dell’ambiente è continuamente fatta circolare nel fotobioreattore dove è lavata, rigenerata e sterilizzata. A.RI.A. INDOOR rappresenta così  una “trappola” sempre attiva per gli inquinanti dell’aria di un ambiente.

L’acqua, che ha “lavato” l’aria dai suoi inquinanti è poi a sua volta rigenerata dalla comunità biologica vegetale e batterica del fotobioreattore realizzando un sistema sostanzialmente a ciclo chiuso. 

Prima di uscire dal sistema ed essere reintrodotta nell'ambiente l’aria rigenerata è sottoposta una fase di sterilizzazione. 

La semplicità d’installazione, i costi contenuti e la  necessità di manutenzione non specialistica di A.RI.A. INDOOR. rendono praticamente illimitate le sue applicazioni in ambito domestico, lavorativo, commerciale e ricreativo.

L’efficienza del processo di depurazione operato dipende sostanzialmente dai seguenti punti fondamentali:

  • Trasformazione ossidativa degli inquinanti in prodotti di più facile metabolizzazione e assorbimento.
  • Contatto aria/acqua, in moto turbolento, responsabile del trasferimento degli inquinanti dalla fase gassosa alla fase liquida.
  • Capacità delle piante acquatiche e delle colonie batteriche insediate nel filtro biologico e nel substrato di assorbire e degradare gli inquinanti trasferiti dall'aria all'acqua.

 

Vantaggi

  • Miglioramento della qualità dell’aria indoor;
  • Miglioramento della qualità della vita;
  • Riduzione di malattie da inquinanti indoor;
  • Funzione estetica ed educativa;
  • Facile manutenzione;
  • Ottimizzazione costi benefici

 

Stato di avanzamento

L’invenzione ha superato con successo la fase di progettazione, realizzazione e sperimentazione del primo prototipo di laboratorio, consentendo la brevettazione del sistema.

Attualmente il brevetto è oggetto di una domanda di finanziamento presso FILAS a valere sul Bando per i progetti di innovazione delle micro e piccole imprese . Formulario Prot. n. FILAS-MI-2011-1733 del 07/06/2013 .

Oltre alla domanda di cui sopra, è in corso anche una domanda di finanziamento presso INVITALIA per la valorizzazione economica del brevetto .

 

Riferimenti brevettuali

P.De Filippis, U. Mazzanti, M. Scarsella: “Processo biologico per depurare l’aria in ambienti confinati e relativo apparato”. Italian patent n° RM2005A000552.

P.De Filippis, U. Mazzanti, M. Scarsella: “Biological Process for purifying air in confined rooms and apparatus thereof”. PCT /IT2006/000767.

 

Prospettive

  • Realizzazione di un prototipo  commercializzabile
  • Avvio di una linea di produzione artigianale, anche per mercato di nicchia, finalizzata non solo all'avvio del prodotto sul mercato potenziale e al perfezionamento della tecnologia, ma  inserita in un contesto più ampio di integrazione di un laboratorio tecnologico di rete, atto a perseguire attività nel settore della Innovazione Tecnologica e nell’offerta di servizi di consulenza.
  • Industrializzazione del prodotto 

 

Mercato di riferimento

Tecnologie e prodotti per il miglioramento ambientale e della vita, orientate all’Health and Safety Service nel settore manutenzione e pulizia ambienti confinati (luoghi di lavoro e pubblici) Acquari e oggetti di arredo e Design .

Progetti in cerca di "Angeli"

 
 

Contattaci

Via Antonio Silvani n. 130 - 00139 Roma (RM)
Tel +39 06 92927844 dalle ore 09:00 alle 14:00
Fax +39 06 89282297

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.